Corso di Massaggio Arabo-Egiziano – Taag Bis

Questa tecnica di massaggio deriva da un’antica forma di massaggio medio-orientale. Con delle sequenze di manovre semplici e profonde consente il miglioramento della circolazione locale, del tono e del trofismo muscolare, la riduzione di contratture muscolari, ecc.

È un metodo tanto semplice quanto pratico per quanto riguarda l’impegno fisico dell’operatore/trice, che attraverso il massaggio può portare il/la ricevente ad uno stato di benessere locale e generale.

Tipologie di massaggio praticato su persone sane e/o in presenza di disfunzioni organiche:

  • Igienico – per rinvigorire il tono muscolare.
  • Rilassante – per allentare lievi stati di stress o tensione psico-fisica.
  • Estetico – se praticato per smaltire grasso superfluo, tonificare i tessuti o per facilitare il riassorbimento della cellulite.
  • Sportivo – è praticato su un/una atleta prima e/o dopo una gara per migliorare le prestazioni o ridurre i tempi di recupero.
  • Praticato su persone con problematiche organiche.
  • Terapeutico – o curativo (la sua applicazione deve sempre essere preceduta da una prescrizione medica) è praticato per curare patologie, postumi di chirurgia o di affezioni del corpo di varia natura.
  • Traumatica (fratture, contusioni)
  • Muscolare (miositi, atrofie, contratture, torcicollo, ecc…)
  • Articolare (distorsioni, lussazioni, anchilosi, ecc…)
  • Nervosa (forme nevralgiche, esiti di paralisi centrali e periferiche)
  • Digestiva (dilatazione dello stomaco o addominale, atonia gastrointestinale, stipsi, ecc…)

Azioni benefiche del massaggio:

  • A livello cutaneo: per effetto immediato del massaggio la pelle risulta ammorbidita dalle mobilizzazioni superficiali e dall’uso di oli, per effetto dell’iperemia superficiale (maggiore circolazione sanguigna) viene favorito il ricambio delle cellule cornee epidermiche (quelle morte) e l’eliminazione delle sostanze prodotte dalle ghiandole sebacee (sostanze grasse);
  • L’azione a livello cutaneo migliora il nutrimento della cute, accelera il ricambio cellulare, migliora la traspirazione cutanea per effetto della disostruzione dei micro-pori e favorisce la naturale eliminazione per via cutanea delle scorie.
  • A livello sottocutaneo: una notevole attivazione ematica e linfatica, grazie a questa attivazione vengono meglio riassorbiti edemi ed ecchimosi, i depositi di grassi sottocutanei sono mobilizzati e ne viene facilitato il riassorbimento.
  • A livello muscolare: aumento del tono e del trofismo grazie alla stimolazione meccanica, migliore sviluppo come diretta conseguenza dell’aumentato apporto dei nutrienti.
  • A livello articolare: migliora l’elasticità e la flessibilità di tendini e legamenti, per effetto dell’aumentata tonicità muscolare le articolazioni risultano più robuste, più mobili e si riducono gli effetti di eventuali anchilosi; viene favorito il riassorbimento di liquidi essudatizi presenti nella cavità articolare; vengono inoltre liberate le aderenze peri- o endo-articolari.
  • A livello circolatorio sanguigno e linfatico: viene favorita e accelerata la circolazione per l’effetto meccanico del M., l’eliminazione di ristagni o stasi, e richiamato un maggior flusso di sangue arterioso nei tessuti periferici che vengono così meglio nutriti.
  • A livello del sistema nervoso: viene sollecitato ad una più pronta e rapida trasmissione per i nervi motori, ed una riduzione della sensibilità dei nervi sensori.
  • A livello addominale: il M. calma o eccita le secrezioni dello stomaco e la peristalsi gastro-intestinale a seconda che il M. sia lieve e superficiale o energico e profondo.
  • A livello generale: può avere effetto tonico o sedativo a seconda delle modalità con cui viene realizzato in rapporto alle condizioni di base del/la ricevente.
Taag Bis Arabo Egiziano

Docenti

Giampaolo Invernizzi: Operatore Olistico del Massaggio e Operatore Shiatsu Mib

Pre Iscrizione per i nostri Corsi